giovedì 5 ottobre 2006

Il coraggio di lasciare tutto

A me "NuovoMondo" è piaciuto perchè non si vede mai questo NUOVO MONDO. Riesce a vederlo solo il protagonista da un vetro opaco e ce lo racconta. A me è piaciuto per le allucinazioni e per i sogni surreali dei personaggi (carote e olive giganti, alberi di soldi, fiumi di latte in cui fare il bagno). A me è piaciuto per le immagini "tremende" di mucchi di persone che cadono le une sopra le altre durante la traversata col mare in tempesta. A me è piaciuto perchè mi ha fatto pensare a quanto coraggio hanno avuto tutte le persone che sono partite per un fututro migliore, lasciando "tutto" quello che avevano qui. America, Argentina, Australia... Traversate di mesi in condizioni disastrose e all'arrivo trattati come animali e selezionate per non mischiare la gente del nuovo mondo con le meno intelligenti del vecchio mondo.

4 commenti:

Whitedog ha detto...

Spero lo proiettino anche a Lampedusa allora. Ed anche al Quirinale...forse riuscirebbero a fare qualche analogia.

ape ha detto...

ho molti parenti negli States, partiti alle soglie del '900 ed ora arricchitisi con anni e anni di duro lavoro.
Soprattutto inizialmente, gli americani gli hanno dato vita dura, ma ora possono gloriarsi di avere radici italiane.

krepa ha detto...

insomma un viaggio in balia dlle allucinazioni...

Mad Riot ha detto...

Ancora oggi la gente lascia il proprio paese povero in condizioni pietose...