giovedì 19 novembre 2009

Il bivio...


Davanti ad un bivio: se decido di andare da un parte sceglierò la sicurezza e la vita facile, se decido di andare dall'altra sceglierò di vivere, di rischiare ma di aver tanta paura.

Sono molti i segnali che sto lanciando a me stessa. A questo punto non posso più scappare. Per moltissimi anni, forse fin da quando ero adolescente, mi dicevo che prima o poi avrei dovuto compiere una scelta, una scelta di coraggio: rischiare di non avere una vita facile, rischiare anche di rimanere sola ma stare bene con me stessa. Molte cose sono cambiate in questi anni, ho lasciato tracce ovunque del mio cambiamento. Ma una cosa ancora mi tiene legata alla fase adolescenziale, una sola: la paura di restare da sola. E così non so più se la persona di turno con cui sto la amo davvero o no. Sto con lui perchè non voglio stare da sola?

E ogni volta la maledetta condanna: riesco a lasciare un uomo solo quando ne ho trovato un altro (non che tradisca, anzi il senso di colpa mi divorerebbe) ma devo essere sicura che se lascio un uomo ce n'è un altro già pronto. Terribile. Sapete cosa mi servirebbe? Stare da sola per un bel po'...dimostrare a me stessa che non crollano i palazzi se non ho un uomo, che prima o poi l'amore ritornerà anche per me, ma avrò un po' di consapevolezza in più. Ma come si fa a trovare i coraggio di agire? Non ce l'ho, non lo trovo, non ci riesco.