venerdì 11 settembre 2009

Il suono delle campane.


Le campane mi mettono sempre in uno stato di gioia. Mi giro e mi rigiro per strada e mi sembra di vedere le persone più belle, più buone. Magari lo diventano davvero al suono delle campane.
Così, ieri, giravo per le vie di San Giovanni e cercavo un posto per la macchina con Daniela (la mia compagna - attrice del prossimo spettacolo). Incazzate nere. Furiose. Cercare un parcheggio in alcuni quartieri di Roma è un'impresa impossibile. Giuro. Avremo girato per un'ora. Eravamo ormai disperate. Poi le campane. Ci siamo guardate, abbiamo sorriso estasiate, abbiamo girato l'angolo e c'era un posto, prorpio sotto casa di Simone (regista del nostro spettacolo). A me piace pensare che nella vita accadano cose magiche. Mi piace pensare che ne sia successa una proprio ieri.

6 commenti:

Baol ha detto...

Se non sbaglio è ne "La vita è meravigliosa" che ad ogni suono di campana un angelo prende le ali...

un bacione

FRA...le Nuvole! ha detto...

:)
è vero, il suono delle campane fa scendere un velo di leggerezza sulle città... sembra di stare in altri tempi! se poi serve pure a trovare parcheggio... ;)

Bk ha detto...

Ma dubitare del potere dell'essere positivi e propositivi.
Le campane sono solo il segno della capacità di inventare e immaginare.
;-)

Paolo ha detto...

Cara Viola

a voglia a Campane qui a Roma...
come hai notato dove ti giri ci sono campanili....

Ma molto presto ti accorgerai che per trovare parcheggio...non bastano le magie dei rintocchi di campana....

ma c'è vò...si insomma... quello!
(dove non batte...mai il sole) :-D

Un saluto da un automobilista
esaurito de Roma.

Vale ha detto...

Mi piace pensarlo anche io..

barbara ha detto...

A me succede quando sento l'odore del pane scendere in strada da un fornaio, tutto mi sembra più bello.
Ma se è vero che dopo il suono delle campane avete trovato parcheggio..bè..hai vinto tu!
Campane battono panetteria uno a zero