giovedì 21 dicembre 2006

Disillusi ma ottimisti...

La mia amica Mari non fa che ripetermi che mancano pochi giorni al 2007 e che questo nuovo anno sarà migliore. Mi serve attaccarmi voracemente a questa cosa anche se sono cosciente che è solo una gran cavolata. Il passaggio da un anno all'altro è solo una convenzione. E noi umani ci illudiamo che allo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre qualcosa in noi cambi, si rinnovi. Mettiamo un punto e la nostra storia ricomincia.
Passano i giorni, passano i mesi e ci accorgiamo che la nostra vita è sempre la stessa, che noi siamo sempre gli stessi, che il miracolo non è avvenuto.
Che i cambiamenti non si ottengono passando da un anno all'altro, così, come per magia. Che bisogna lavorare duro per far mutare qualcosa in noi. Ed è questione di mesi, di anni...
E così, allo scoccare della mezzanotte non mi sentirò improvvisamente resettata, purificata, pronta ad iniziare una nuova vita.
Forse così mi ci sento già da un pò, da un pò di mesi. Ma ho la consapevolezza che è stato un duro e intenso lavoro su me stessa ad avermi portato fin qui. Ho la consapevolezza che, finalmente, sono riuscita a scrollarmi di dosso un "peso" davvero scomodo. Che, finalmente, posso dire di farcela da sola, che non mi seve nessuno per realizzarmi, per sopravvivere. Che ora STO DAVVERO BENE.
Cammino per le strade della mia città (tutta lucente e colorata) e non mi sento sola, non mi viene da piangere se ascolto "Failed Breakfast, Chinese Tea" nelle cuffie del mio lettore mp3 mentre attraverso piazza del popolo in mezzo a gente sorridente. E penso agli occhi di mia nonna (brillanti, finalmente, dopo 2 anni) mentre fa l'albero di natale e mi dice: "Mi hai ridato l'entusiasmo per festeggiare il natale quest'anno".

Ringrazio Federica
per la foto. E' un tramonto spagnolo di Cadice, la città in cui vive la mia cara amica.

16 commenti:

Baol ha detto...

Hai detto giusto Viola....ci illudiamo che allo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre tutto si resetti ed invece non è vero...però...però potremmo farlo lo stesso ;)
Buona vita!

kiara ha detto...

Facciamo finta che sia così, senza pensare che saremo di un anno più vecchi e che ci aspetterà la solita vita il primo di Gennaio. Ti capisco, le mie amiche fanno gli stessi discorsi, ma la differenza fra me e loro è che sono sposate, qualcuna con prole e passeranno un Natale in famiglia, io ancora non so se avventurarmi al classico banchetto natalizio familiare, giusto perchè mi sono lasciata da poco e non ho voglia di raccontare i particolari alle cugine troppo curiose. Ti bacio e t'abbraccio cara Viola!

Duss ha detto...

Ciao carissima!
Passo giusto per un saluto! :)

Bacio

Francesco ha detto...

ovviamente si tratta di una convenzione... ma è bello pensare di poter voltare pagina e magari di poter ottenere dal nuovo anno ciò che tanto si è rincorso in quello passato!!!
te lo auguro... me lo auguro!

Slaymer ha detto...

Penso che il piu bel regalo l'hai già ricevuto, ed è stata la frase di tua nonna!!!
Per quanto riguarda il Capodanno non è che un riferimento, una convenzione (come dice giustamente Francesco) di cui l'uomo nella sua normalità necessita per definire "un qualcosa".
Per fare un esempio è un pò come chi sostiene che ci si debba per forza sposare, quando poi a tenere assieme due persone è un sentimento (Qualcosa di piu labile) che un pezzo di carta firmato (che però si vede e si può appendere al muro!!!).
Lo stesso con il Capodanno e tutte quelle feste che "impongono" festa.

Quindi viviamoci queste feste con semplicità e ci ritroveremo piu sereni e felici!!! (..almeno ve lo auguro!!)
BuoneFeste
BuenaVida!

krepa ha detto...

io l'anno scorso sognavo questo fosse migliore per tante cose....lo è stato...mi sono ritrovato...ho avuto soddisfazioni...il prossimo sarà di certo migliore. serve la convinzione per far sì che accada...

poi se l'ultimo mi vedi ti porto fortuna...ahahahahah

Faith ha detto...

beh, se ti senti così bene...non hai bisogno di altri regali allo scoccare di quella mezzanotte!!
Ti sei fatta da sola il regalo più bello che esiste...

Un bacio

Faith

Faith ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
fede ha detto...

.. proprio vero, vio', che bella frase, quella della nonna.. però mi manca qualche pezzo del puzzle..poi magari mi spiegherai. Cmq sia, io personalmente non credo nel natale -anzi lo odio- e ben poco nel capodanno, diciamo che è solo un momento di allegria imposta e spesso come in questi casi ci si annoia. Ha ragione Slaymer, viviamo con semplicità ste feste: Oscar Wilde scriveva nel De Profundiis "vita semplice e alto pensare", frase che vorrebbe ispirare un pò la mia concezione della vita. Baci e auguri di buone feste, felicità e buon anno!!!! :)

Duss ha detto...

Ciao Viola,
ti lascio i miei migliori auguri di buon natale, di felici festività.
Che babbo natale (o chi per lui) possa portarti tutto ciò che desideri di più dalla vita!

Un bacio e un abbraccio!

Fra ha detto...

Io ogni anno dico che smetterò di fumare. Poi non lo faccio, però la sensazione di voler rinnovare tutto un pò ce l'ho.

L'importante è che tu stia bene, a prescindere da tutte le sensazione del mondo.

Giast ha detto...

Quello che scrivi è il regalo più bello che potessi ricevere dalla tua vita viola!!
I riusltati si ottengono col tempo, la passione, la costanza, l'impegno, la forza, la grinta non con un "speriamo che domani vada meglio"
Buon natale!!!!

spiderfedix ha detto...

a volte l'uomo ha solo bisogno di un pretesto..una scintilla che scocchi dentro di sè. a volte tutto ciò è rappresentato dalla notte del 31...
io credo che sia giusto che la gente se ne convinca, perchè spesso questo aiuta a cambiare se stessi, a donare nuova forza e nuova voglia di combattere e lottare.
spero sia per te un 2007 meraviglioso

Anonimo ha detto...

ti capisco
eccome se ti capisco
stef
www.stefanomassa.splinder.com
ps buon natale

Viola ha detto...

Grazie a tutti ragazzi!!!!!!Un abbraccio a tutti voi.....

Clopin ha detto...

Cara viola, io credo che il tuo "capodanno" l'abbia già passato. Come tutti noi, prima o poi, viene il momento in cui ci realizziamo per quel che siamo e ci accorgiamo che non possiamo esistere veramente senza quello che abbiamo dentro di più vero e intenso. Questo è il nostro grande destino; questa è la nostra speranza.

Auguri viola.
Clopin71