sabato 14 aprile 2007

Così ritrovarsi....come dopo i titoli d'un film


Ritrovarsi tra persone vere, sane che non aspirano ad essere speciali. Che non fanno cose "fighe" perchè devono distinguersi dagli altri. Persone che sanno sentire il loro animo, che sanno ascoltarsi, che stanno insieme ad altre persone e riescono a stare bene.
Credo di aver passato un periodo della mia vita persa dietro l'idea di dover essere SPECIALE per forza. Ora ho voglia di sentirmi NORMALE. Ho voglia di amare persone che riescono ad amarmi in mezzo ad altre persone. Ho voglia di sentirmi.
Ieri sera compleanno del caro Lele. Tra vino, rum e coca, gin-lemon e torta ne sono uscita distrutta. Calore, allegria, affetto, leggerezza si potevano toccare con mano...erano lì sospesi sulle nostre teste.
Tutti insieme, dopo tanto tempo a festeggiare Lele. Tutti insieme a racconatare, ascoltare, cantare, fumare...suonare, ballare....


San Lorenzo spesso offre anche queste serate. Ce ne sono anche di tristi, di quelle in cui ti senti solo in mezzo a tante persone. Ieri non era così.

*Grazie a Krepa che m'ha "ispirata" per questo post.

*Grazie ai Perturbazione per il titolo del mio post "rubato" alla strofa di una loro canzone.

18 commenti:

Alberto ha detto...

Hai bisogno di cose normali, perché tu sei speciale... ;-)

E non lasciare mai che qualcuno affermi il contrario!!!

Un abbraccio normale :-)

Fra ha detto...

Peccato che non c'ero.


Anche perchè non conosco Lele, ovviamente.

Baol ha detto...

chi ha in mano le regole della normalità? Io dovrei essere la persona più "normale" del mondo e non mi ci sento...sentiti speciale Viola!

Mad Riot ha detto...

I normali esistono, gli speciali vivono...E se vivere significa soffrire, ben venga, si apprezzerà di più la felicità. Buona domenica ;-)

Vietcong ha detto...

ola bello il tuo blog! mi ci sono trovato per caso: abbiamo l' indirizzo simile. www.ioballodasola8.blogspot.com
essere normali oggi è una impresa eccezionale.

gabi ha detto...

aaaaa(sospiro di sollievo)..che bello leggere un post di viola... si sente che ti sei divertita e che non ti sei "dovuta" divertire...
sono in debito con te e mary di un cosmpolitan (o altro).. :)

Faith ha detto...

Capisco cosa vuoi dire.
Anche io ho passato tanto di quel tempo a sentirmi in dovere di dimostrare a tutti (o forse a pochi...) quanto fossi speciale, quanto potessi essere complessa e affascinante.
Poi ho mandato allegramente a f*****o tutto ciò, per iniziare a essere solo me stessa. Semplicemente me stessa, nel senso migliore dell'avverbio.
Normale, speciale...di certo unica come ognuno di noi, nel bene e nel male.
Non ti conosco molto, ma avverto una grande sensibilità in te...questo è più che speciale.

Ti abbraccio!

Faith

Captain's Charisma ha detto...

Io direi che l'importante è esser se stessi, se poi quello vuol dire esser normali, allora benvenga la normalità ;)))

Duss ha detto...

Ciao carissima Viola,
dopo una lunga assenza ripasso a trovarti e sono felice di sapere che stai bene! :)

Un saluto e un bacio!

krepa ha detto...

addirittura ispirata da me...quale onore...

un abbraccio vero e normale, in fondo speciale

Clopin ha detto...

Un pò ognuno di noi, in cuor proprio, crede di essere speciale e vuole sentirsi speciale per gli altri, uscire fuori dall'anonimia. Poi, capisci che la normalità è speciale, e finisci col capire che stai vivendo, come ti pare e piace.

Ti bacio
Clopin
P.S. Adoro i Perturbazione, ed ho avuto l'onore di ascoltarli dal vivo, a Milano. GRANDIIII!!!!

kiara ha detto...

Queste sono quelle serate che non dimentichi e che faranno parte della tua memoria fra qualche anno.
Mille baci Violetta.

giulia ha detto...

Le cose normali stanno diventando speciali, Ciao Giulia

Fabio ha detto...

Ma cosa e' davvero normale e cosa davvero speciale? Non e' forse speciale l'accettazione di te che esprimi in questo post? E' una consapevolezza speciale no?

barbara ha detto...

Io ho un paura folle di chi le cose normali non le fa, perchè appunto..normali.

Essere se stessi e fare semplicemente ciò che ci si sente?

Che poi alla fine non è tanto facile

fredredss ha detto...

Ciao Viola! Insomma, è deciso, sei normale!?!?! :)
Ma non è forse vero che siamo tutti diversi, ognuno con le sue particolarità (e quindi tutti "speciali")?
Pertanto, non esiste il concetto di "normalità" se non nel senso che siamo normali nell'essere tutti diversi.

PIDEYE ha detto...

le cose speciali vengono fuori proprio da serate tranquille passate in allegria con le persone che ami. Senza nulla pretendere.

Miriam ha detto...

questo messaggio l'ho sentito completamente mio...sono le stesse sensazioni che ho provato io per anni..fino a quando nn ho trovato degli amici splendidi con cui stare bene..essere felici..spensierati...senza nulla di troppo speciale